poster l'ultimo viaggio

L’ULTIMO VIAGGIO – Nick Baker-Monteys

poster l'ultimo viaggio

Berlino, oggi. Quando la moglie del novantenne Eduard (Jürgen Prochnow, curriculum infinito, da Minghella a Lynch) muore, il travagliato passato dell’uomo riaffiora.
Eduard riempie in fretta e furia una valigia, impugna l’inseparabile bastone e salta su un treno diretto a Kiev, proprio nel momento in cui la capitale Ucraina è sferzata dal conflitto con la vicina Russia.
Nel tentativo di dissuaderlo dall’improvvida partenza, la nipote Adele, giovane e trasgressiva, si ritrova “intrappolata” in viaggio con nonno, ignara della sua missione e soprattutto, dei nodi indissolubili (e inenarrabili) della sua vita passata.
Gli orrori di guerre presenti e passate, senso della famiglia, appartenenza, ricordi e rimpianti confluiscono nel drammone intergenerazionale del tedesco Monteys.
All’equivoco iniziale, tinto di momenti quasi da commedia, si avvicendano progressivamente il dolore e la riflessione umana, la denuncia del male universale bellico e, forse ancor di più, l’importanza di conoscere chi ci circonda e ci ha preceduto.

Schermata 2018-02-25 alle 16.36.19

L’Ultimo Viaggio percorre strade trafficate e fatica a trovare la propria identità, ma viene soccorso da un trio di attori stupefacenti, soprattutto dal terzo “incomodo”, il Lew dell’attore estone Tambet Tuisk, guida tuttofare del duo protagonista, in bilico nel dualismo russo-ucraino e vero specchio della relatività geografica.
Anche se tutto è già stato detto, e la risoluzione viene facilmente letta e predetta dal pubblico, qualche momento che brilla di sensibiità c’è.
Ed è suggestiva la vista sulla guerra, attraversata dall’irriducibile Eduard come se facesse meno paura delle guerre personali. La verità, e la morale, è che le due agonie coincidono, perché il male commesso dall’uomo, alla lunga, tormenta tanto la vittima quanto l’aguzzino.
Per questo L’Ultimo Viaggio, seppur non indimenticabile, tocca corde di giustezza universale.

6/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *